Capitolo 2 | Il Sole, la Luna e i Pianeti

Il cielo di Nemenya è veramente incredibile, quasi inimmaginabile per un terrestre abituato alla terza dimensione! 💫 Ci sono più Soli ad illuminare il cielo del pianeta: almeno 3; senza ne giorno né notte, con una volta celeste dai mille colori in cui si possono osservare, a seconda del tempo in cui ci si trova, diversi tipi di nebulose, galassie, costellazioni e stelle! 🌞✨🌟 I Soli cambiano spesso intensità di luce e sono collegati da un punto di vista energetico, con ciò che nella Terra chiamate “nadi”(3) o canali energetici che conformano il corpo fisico. Anche gli abitanti di Nemenya li possiedono, ma hanno una forma diversa, che contiene però la stessa sostanza. Essi, infatti, si espongono al sole per ricaricare i loro nadi, permettendo così il riequilibrio del corpo e della loro carica vitale. È ancora vivo in me il ricordo delle mie ultime incarnazioni sulla Terra! Le cose sono assai complesse da capire per i miei cari amici attuali: le anime della sesta dimensione. Come spiegare loro che per camminare, ad esempio, bisogna utilizzare due estremità fisiche che funzionano tramite dei complessissimi sistemi muscolari e neurologici e che inoltre questi spesso hanno dei mal- funzionamenti? Si può ammalare una parte del sistema nervoso, oppure andare incontro al decadimento muscolare o articolare; situazioni davvero difficili da comprendere per le anime disincarnate. Così come il complesso sistema di attrazione/repulsione che esiste tra i corpi sottili (personalità) degli esseri umani e che è intimamente legato alle leggi dettate dal Pianeta stesso. L’attrazione terrestre richiama una determinata esperienza affinché venga vissuta più volte finché non viene integrato l’asse di consapevolezza ad essa legato. Questa è, ad esempio, la Legge del Karma; ed esiste solo nel Pianeta Terra e lo so, è oramai piuttosto conosciuta tra voi! 👫👬👭


L’asse di consapevolezza, tra l’altro, sembra sia una cosa molto importante da imparare mentre si abita la Terra! Addirittura, le scienze sottili che approfondiscono la natura umana, ne parlano sempre come fonte di sviluppo personale e crescita interiore. Ecco alcuni esempi: L’Asse di Consapevolezza Mi piace pensarlo come se fosse il gioco dell’altalena, dove a volte sei su ed altre sei giù mentre lo svago consiste nel divertirti in tutte e due le posizioni. Nutro con amore la memoria dell’esperienze fatte sul vostro bellissimo Pianeta giocando con l’Astrologia. Grazie ad essa, imparai tantissime cose sugli umani di allora, e mi concentrai particolarmente nel fluido scambio energetico che osservavo ogni volta che “gli assi astrologici” venivano messi in azione. Quando i segni da considerare erano, ad esempio, L’Ariete e la Bilancia Segni opposti ma complementari – come tutti gli Assi- notai l’importanza del rapporto tra L’IO e l’ALTRO, come fonte di crescita e sviluppo personale. ♈♎ Tramite il Toro e lo Scorpione, la posta in gioco si faceva particolarmente intensa e gli argomenti dell’Asse in questione erano: il mio valore verso il tuo valore, ciò che mi appartiene e ciò che appartiene a te, chi sono e chi potrei diventare... ♉♏ Certo che sui Gemelli /Sagittario ci si divertiva tanto! Quali sono le mie idee e quali le tue? La mia mente/la mente collettiva, io nel mio piccolo/ io nel mondo... ♉♐ Nel Cancro/Capricorno la storia si faceva più intima perché la famiglia e gli obblighi intrapresi la facevano da padroni ma lo stesso c’era una bella fetta di coscienza da sviluppare nei confronti dei sentimenti e dell’amore per la famiglia (Cancro) e la sentita missione di fare qualcosa d’importante, che rimanesse ai posteri, per il mondo più che per sé stessi (Capricorno) ♋♑ E poi ci si addentra nel simpatico gioco tra il Leone e l’Acquario dove l’autostima ed il valore personale diventano il centro dell’atto creativo

lungo la vita mentre, dal lato acquariano, la libertà dell’essere cittadino del mondo senza alcun marchio di riconoscimento a cui fare riferimento era il perno su cui far leva verso la fratellanza universale. ♌♒ Alla fine, forse un po’ stanchi ma carichi di volontà, si arriva all’Asse Vergine/Pesci dove tocca fare i conti con tutto ciò che si ha imparato fino a quel momento, per poi riconoscerti un essere completo (Vergine) ed avviarti verso una nuova esperienza animica (Pesci). ♍♓ Vivendo gli Assi sulla terra il gioco spesso sembra una lotta, un’opposizione dell’uno contro l’altro...ma ricordo questa come una modalità terrena: La Legge della Dualità(4) che regge il vostro pianeta, spesso vi fa sentire tensione e contrasto piuttosto che godere dell’esperienza stessa. Basterebbe fare un gran respiro e rasserenarsi, aprire il cuore alla vita ed imparare dall’esperienza – come si fa nelle dimensioni superiori- dalle infinite possibilità di opzioni che offre ogni scelta.



(3) “Nadi”: È un termine che proviene dal Sanscrito e significa tubo, canale, vena tramite i quali passa il prana. Tre sono i canali fondamentali: Ida, Pingala e Sushumna.

(4) La Legge della Dualità: Tutto sulla terra si esprime in perfetto equilibrio tra opposti: caldo e freddo, dolore e gioia, giorno e notte. L’equilibrio perfetto di questa percezione di separazione apparente che si sperimenta sulla terra è garantito dal karma